A Modena, tra golf, solidarietà e… fortuna sfiorata

A Modena, tra golf, solidarietà e… fortuna sfiorata

Anche sul campo del Modena Golf Club ha vinto la solidarietà e, quasi, anche la fortuna. Infatti, sono mancati 20 centimetri per una hole-in-one alla buca 15 che forse – dopo aver verificato il rispetto del regolamento di gara – avrebbe consentito allautore del colpo di portarsi a casa il premio speciale consistente in una Smart messa in palio da Autotorino. Ora resta soltanto la finalissima di ottobre al Castello di Tolcinasco per tentare il colpaccio. Comunque vada al torneo della Cancro Primo Aiuto vince chi partecipa.

Domenica 23 settembre al Modena Golf Country Club si sono cimentati 126 golfisti nella undicesima e penultima tappa del Trofeo Autotorino Golf Challenge – Coppa Creval 2018, approdato per la prima volta a Modena nellunico appuntamento 2018 fuori Lombardia. Bella la gara – oltre al quasi hole-in-one segnaliamo anche un nearest to the pin di 28 cm alla buca 17 – e ottima latmosfera della club house grazie alla cordialità del presidente Alberto Caselli e del direttore Davide Colombarini.

Da Modena un altro importante tassello nel mosaico della solidarietà a sostegno dei progetti di CPA in aiuto ai malati oncologici. Un sostegno che si concretizza attraverso la partecipazione dei golfisti a questa seconda edizione del torneo e soprattutto con il contributo degli sponsor, Autotorino in primis e poi il Gruppo Creval insieme a Global Broker.

Bello sapere che queste domeniche di sport saranno di aiuto a tante persone che vivono momenti difficili a causa della malattia e che, come insegna lo sport, con la forza e la determinazione si può vincere la sfida, ha affermato Fabrizio Marchi, responsabile della filiale di Modena di Autotorino. Lazienda di cui sono dipendente è una comunità di circa milleduecento persone, di cui una sessantina a Modena, e anche al nostro interno come in tutte le realtà capita di condividere momenti difficili con i colleghi, per problemi che magari ci riguardano in prima persona. Penso che questa iniziativa legata al golf in collaborazione con Cancro Primo Aiuto sia unottima cosa e spero possa continuare.

Alessandra Fornaro, direttore generale di Global Broker, ha sottolineato ancora una volta la vicinanza di tutte le realtà del Gruppo Creval ai numerosi progetti di Cancro Primo Aiuto, tra cui il Golf Challenge 2018: Una vicinanza spontanea e naturale – ha affermato – perché stare al fianco delle persone in tutti i momenti e le situazioni della vita è lo spirito che anima la nostra azienda.

Alla finalissima del 14 ottobre a Tolcinasco si sfideranno tutti i vincitori di categoria 1-2-3 (invitati ufficialmente dal direttore tecnico del torneo Franco Sfregola) oltre a chi vorrà partecipare. Confermata la formula: coppe ai vincitori ufficiali e tanti premi speciali (tra questi lautovettura Smart per il colpo hole-in-one) a chi passa dal tavolo di CPA. Poi premi a estrazione e cena finale offerta dagli sponsor, tra cui Cantine La Versa con i suoi prestigiosi vini.

Questa la classifica al termine della gara di domenica 23 settembre 2018 al Modena Golf Country Club (Stableford HCP 3 Cat)

CATEGORIA SCRATCH

1° LORDO (35): Riccardo Rovatti

1a CATEGORIA

1° NETTO (41): Ludovico Bisi
2° NETTO (38): Antonio Di Matteo

2a CATEGORIA
1° NETTO (39): Franco Campagna
2° NETTO (36): Leonardo Silba

3a CATEGORIA
1° NETTO (41): Sveva Larocca
2° NETTO (38): Maria Vittoria Caselli

PREMI SPECIALI
1° LADIES (36): Roberta Rovatti
1° SENIORES (36): Alberto Caselli

NEAREST TO THE PIN UNICO BUCA 6 con mt. 1,41: Pier Luigi Ferrari
NEAREST TO THE PIN UNICO BUCA 11 con mt 1,13: Nicola Barbolini

NEAREST TO THE PIN BUCA 17 con mt 0,28: Maurizio Lilli

BEST PRIME 9 BUCHE (20 punti): Antonio Dallari

BEST SECONDE 9 BUCHE (23): Alessandro Guerra

1° PUTTING GREEN: Micaela Pasturini (15)
2° PUTTING GREEN: Annarita Carpanelli (15)

3° PUTTING GREEN: Franco Campagna (15)

L’appuntamento con la tappa finale del 2° Trofeo Autotorino Golf Challenge – Coppa Creval è domenica 14 ottobre al Golf Club Castello di Tolcinasco.

Condividi questo post