Al via la collaborazione con l’Ospedale Luigi Sacco di Milano

Al via la collaborazione con l’Ospedale Luigi Sacco di Milano

Si allarga l’azione di Cancro Primo Aiuto. Partirà, infatti, a novembre una nuova collaborazione con l’Ospedale Luigi Sacco di Milano.

L’annuncio era stato fatto da Pasquale Cannatelli, direttore del nosocomio milanese, alla recente premiazione di Santiago in rosa svoltasi lo scorso 13 ottobre all’Acquaworld di Concorezzo, e nei giorni scorsi l’amministratore delegato della onlus monzese, Flavio Ferrari, l’ha annunciato ufficialmente a tutti i soci.

Sale, quindi, a 27 il numero delle strutture sanitarie lombarde con cui collabora l’Associazione Cancro Primo Aiuto.

Ecco alcuni numeri per conoscere meglio l’azienda ospedaliera Luigi Sacco. Il bacino d’utenza è di circa 345mila persone. Annualmente i ricoveri in regime ordinario sono circa 17.000, quelli in day hospital circa 7.500, mentre le prestazioni ambulatoriali si aggirano attorno ai 2 milioni. Il Pronto soccorso accoglie ogni anno circa 52mila pazienti e nelle 16 sale operatorie vengono effettuati circa 8.500 interventi. La presenza di alcuni centri di eccellenza è in grado di attrarre un numero notevole di pazienti extraregionali, pari al 10% dei ricoveri ordinari.
Può contare su 507 posti letto per ricoveri ordinari, 20 posti letto cure subacute, 31 posti letto per Day Hospital e Day Surgery e 16 sale operatorie. I medici sono 387 medici e gli infermieri 737.

Condividi questo post