Alla Corsa della Speranza in cinquemila per aiutare i bambini malati di cancro

Alla Corsa della Speranza in cinquemila per aiutare i bambini malati di cancro

Si è svolta domenica 14 ottobre a Milano la “Corsa della Speranza”, la tradizionale marcia non competitiva di sei chilometri, dedicata alla solidarietà sociale, a cui hanno partecipato anche alcune delle runners protagoniste di Santiago in rosa. Nonostante la giornata grigia e autunnale si sono presentati al via oltre 5.000 partecipanti per sostenere due iniziative benefiche. Infatti i proventi sono andati all’Associazione Dynamo Camp Onlus, per un progetto di Terapia Ricreativa ospedaliera ed extraospedaliera per piccoli malati oncologici, e all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, per il Progetto Passport of Cure-linee guida e metodiche per il follow-up clinico per i pazienti guariti da tumore.

Le runners di Santiago in rosa hanno affiancato Manuela Migliaccio, la prima persona in Italia con paraplegia a sperimentare la tecnologia di Rewalk: un esoscheletro robotizzato con quattro motori elettrici, che permette a persone con lesione midollare completa di camminare. Manuela ha percorso  a piedi i 6 km della Corsa, partendo alle 7,30 e arrivando poco prima di mezzogiorno, tra gli applausi e l’incoraggiamento di una folla commossa.

Condividi questo post