Cancro Primo Aiuto apre un Poliambulatorio specialistico sociale

Cancro Primo Aiuto apre un Poliambulatorio specialistico sociale

Un poliambulatorio specialistico sociale per venire incontro ai bisogni dei pazienti in difficoltà, anche sotto l’aspetto economico. E’ la motivazione che ha spinto Cancro Primo Aiuto a dar vita a questo singolare progetto. L’ambiente ideale per realizzarlo esiste già ed è il centro Medica Etica che l’associazione ha creato qualche tempo fa a Seregno in via Lambro. Nei prossimi giorni prenderanno il via le prime visite e il poliambulatorio sarà pienamente funzionante dalla metà di ottobre, grazie anche alla stretta collaborazione con gli ospedali del territorio brianzolo e non solo.

La presentazione dell’iniziativa si è svolta quest’oggi, 14 settembre, presso la sala Gandini del Comune di Seregno, alla presenza dell’amministratore delegato di Cancro Primo Aiuto, Flavio Ferrari, e del presidente vicario di sede dell’associazione, Andrea Dell’Orto, il direttore sanitario di Medica Etica, Antonio Villa, il vicepresidente di Regione Lombardia, Fabrizio Sala, il sindaco di Seregno, Alberto Rossi, e i direttori generali dell’Ats Brianza, Silvano Casazza, dell’Asst Monza, Mario Alparone, e dell’Asst Vimercate, Nunzio Del Sorbo.
«Il nostro obiettivo – ha esordito Ferrari – sarà quello di offrire una lista d’attesa più breve e tariffe differenziate e fortemente competitive rispetto agli altri poliambulatori. Rivolgendoci in particolare ai soggetti più fragili e bisognosi. Tutto questo sarà possibile anche grazie alla disponibilità di diversi medici, alcuni dei quali presteranno la loro opera gratuitamente».
Soddisfazione è stata espressa dal vicepresidente di Regione Lombardia. «E’ un progetto eccezionale che speriamo possa avere un futuro per tutto il territorio lombardo – ha detto Sala – La collaborazione tra una onlus come Cancro Primo Aiuto e le nostre strutture sanitarie brianzole possa essere di esempio anche per altre aree della nostra regione». E il sindaco Rossi ha esplicitamente parlato di «un modello da estendere a tutta Lombardia».
Sulla capacità di “fare rete” hanno invece insistito i tre direttori generali. «Questa collaborazione permetterà di garantire una continuità assistenziale ai pazienti presi in carico – hanno assicurato – Un’iniziativa complementare a quello che già stiamo facendo e un aiuto nella ripartenza post Covid».
Ecco tutti i medici specialisti a cui si potrà accedere a Medica Etica: dermatologo, cardiologo, chirurgo, chirurgo vascolare/doppler, ecografista, epatologo, fisiatra, nutrizionista, ortopedico, psicologo, reumatologo, terapista del dolore, urologo.

Giornate dedicate a visite e screening

Oltre a ciò, il centro Medica Etica continuerà a proporre giornate dedicate a visite e screening gratuiti come già fatto in passato. Si ricordano gli incontri sul tema dell’alimentazione in oncologia, le giornate di prevenzione delle malattie vascolari aperte a tutti con gli esami ecocolordoppler ai vasi sovraaortici (carotidi) e gli screening per l’osteoporosi con la metodica dell’utrasonometria calcaneare eseguita da medici e tecnici specialisti.

Condividi questo post