Cancro Primo Aiuto dona un’auto alla Croce Rossa di Sondrio

Cancro Primo Aiuto dona un’auto alla Croce Rossa di Sondrio

 

Una vettura per il trasporto dei malati di cancro valtellinesi che hanno bisogno di cure particolari in ospedali milanesi o in altre parti di Lombardia. E’ quella donata da Cancro Primo Aiuto, grazie alla collaborazione con Autotorino, alla Croce Rossa di Sondrio. La consegna è avvenuta il 31 gennaio presso l’agriturismo “La Fiorida”, a Mantello (So). A ricevere le chiavi dell’auto, consegnate da Oriano Mostacchi, vicepresidente di Cancro Primo Aiuto e responsabile dell’area valtellinese, era presente la presidente della CRI di Sondrio, Giuliana Gualteroni, accompagnata da un gruppo di volontari che effettuano il servizio.

«Purtroppo sempre più persone hanno bisogno di questa attività – ha spiegato la presidente della Croce Rossa di Sondrio – Si tratta spesso di bambini che, accompagnati dalla mamma, portiamo al San Gerardo di Monza, al Niguarda di Milano o al Policlinico San Matteo di Pavia. Noi troviamo le persone che guidano il mezzo, ma se non ci fosse Cancro Primo Aiuto che ci mette a disposizione le auto sarebbe impossibile garantire questo servizio»

«Il rapporto con la Croce Rossa di Sondrio va avanti da diversi anni – ha continuato Mostacchi – Noi mettiamo a disposizione i mezzi e loro trovano i volontari per garantire ai malati valtellinesi il trasporto in ospedale per sottoporsi alla cure. L’anno scorso abbiamo donato un pullmino che permette a tante persone di recarsi all’ospedale di Sondrio per sottoporsi a radioterapia senza gravare sui propri familiari. E’ un servizio di cui si sente sempre più la necessità».

Condividi questo post