Cancro Primo Aiuto ha donato cinque defibrillatori a istituzioni e forze dell’ordine di Monza e Brianza

Cancro Primo Aiuto ha donato cinque defibrillatori a istituzioni e forze dell’ordine di Monza e Brianza

Beneficiari Prefettura, Questura e Comandi provinciali di Carabinieri, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco

Cancro Primo Aiuto ha donato cinque defibrillatori a Prefettura, Questura e Comandi Provinciali di Carabinieri, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco di Monza e Brianza. La consegna è avvenuta giovedì 6 giugno a Villa Walter Fontana a Capriano di Briosco. Sul palco, a donare il prezioso strumento salvavita, insieme all’amministratore delegato di Cancro Primo Aiuto, Flavio Ferrari, c’erano il vicepresidente di Regione Lombardia, Fabrizio Sala, e i sindaci di Monza, Dario Allevi, di Lentate sul Seveso, Laura Ferrari, e di Briosco, Antonio Verbicaro. A ritirarlo i massimi vertici di istituzioni e forze dell’Ordine: il prefetto Patrizia Palmisani, il questore Michele Davide Sinigaglia, il comandante provinciale dei carabinieri, il tenente colonnello Simone Pacioni, il comandante provinciale della Guardia di Finanza Massimo Gallo e il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Claudio Giacalone.
«Abbiamo una missione comune – ha esordito l’amministratore delegato di Cancro Primo Aiuto – Ogni giorno le istituzioni e le forze dell’ordine sono impegnate a difendere la cittadinanza, garantirne la sicurezza e consentire a tutti di vivere in tranquillità. Sul fronte sanitario anche Cancro Primo Aiuto cerca di svolgere lo stesso compito: ogni giorno si prodiga per sostenere le necessità di chi si ammala con progetti mirati a permettere loro di affrontare con serenità il periodo di cura senza doversi preoccupare di altro se non di affrontare nel modo migliore le terapie».
«Questa sera si realizza concretamente la collaborazione tra istituzioni, mondo economico e della solidarietà, di chi mette a disposizione forze ed energia per chi ha davvero bisogno, i malati – ha commentato Sala che, dell’associazione, è anche presidente onorario di sede – Cancro Primo Aiuto ha la capacità di intercettare i bisogni e di dare subito risposte di qualità, facendo un gioco di squadra della solidarietà».

E se il sindaco Allevi ha ricordato che questa donazione a istituzioni e forze dell’ordine va a completare un lavoro che a Monza è in atto da anni, al punto da essere la città più cardioprotetta d’Italia, il prefetto ha sottolineato come il gesto di Cancro Primo Aiuto sia «un segno tangibile di vicinanza delle forze dell’ordine ai cittadini. Credo molto al gioco di squadra – ha concluso il prefetto Palmisani – non solo tra le istituzioni, ma anche con tutta la parte attiva della cittadinanza, prime fra tutte le forze del volontariato che stanno alla base della democrazia e della coesione sociale».

Condividi questo post