Cancro Primo Aiuto ha donato due auto all’ASST Valtellina e Alto Lario per l’assistenza domiciliare

Cancro Primo Aiuto ha donato due auto all’ASST Valtellina e Alto Lario per l’assistenza domiciliare

Serviranno per il trasporto di medici e infermieri che svolgono l’assistenza domiciliare dei malati, in particolare di quelli oncologici. E’ questa la funzione a cui saranno adibite le due nuove auto che Cancro Primo Aiuto ha donato all’ASST Valtellina e Alto Lario. La consegna delle vetture è avvenuta in occasione della festa “Il Bitto e le stelle” svoltasi presso l’agriturismo La Fiorida di Mantello dove, per l’occasione, si raccoglievano fondi a favore dell’associazione brianzola. A ricevere le chiavi, consegnate dall’amministratore delegato di Cancro Primo Aiuto, Flavio Ferrari, e dal presidente dell’associazione, Plinio Vanini, era presente Giuseppina Ardemagni, direttore sanitario dell’ASST Valtellina e Alto Lario che ha ringraziato per il prezioso dono e per le altre iniziative che Cancro Primo Aiuto ha messo in campo in questi anni a favore delle strutture sanitarie di questo territorio.

La donazione è stata resa possibile grazie al contributo raccolto dal Mottolino di Livigno in ricordo di Davide Rocca, recentemente scomparso a causa di un cancro. Nell’occasione era presente anche la sorella Sara insieme alla sua famiglia.

Condividi questo post