Cancro Primo Aiuto ha donato un ecografo portatile al Centro Paolo VI di Casalnoceto (AL)

Cancro Primo Aiuto ha donato un ecografo portatile al Centro Paolo VI di Casalnoceto (AL)

Servirà per assistere anche a casa i minori con particolari difficoltà

Un ecografo portatile per poter intervenire anche a casa dei minori con particolari difficoltà. E’ quello regalato quest’oggi da Cancro Primo Aiuto al Centro Paolo VI Onlus di Casalnoceto (Alessandria). Per l’associazione era presente l’amministratore delegato Flavio Ferrari con il consigliere pavese Stefano Cerutti e gli amici dell’associazione l’eurodeputato Angelo Ciocca e il senatore Gian Marco Centinaio. Con loro anche Giovanni Perruchon, amministratore unico dell’Omnia Basket Pavia, società gemellata con Cancro Primo Aiuto. A ricevere l’ecografo il direttore del centro Paolo VI, don Cesare De Paoli, accompagnato dal vescovo di Tortona, Vittorio Francesco Viola.
Il Centro Paolo VI Onlus di Casalnoceto (Alessandria), nasce nel 1966 per volontà di Monsignor Francesco Remotti. Di proprietà della diocesi di Tortona, si occupa di minori con disabilità conseguenti a patologia neurologica, minori con disturbi psichici, con disturbi dello spettro autistico e del comportamento con trattamenti residenziali, diurni e ambulatoriali, a seconda delle esigenze del paziente e della sua famiglia.
«E’ grazie all’Omnia Basket Pavia che siamo venuti a conoscenza di questa necessità – ha dichiarato Ferrari – e subito ci siamo mobilitati per mettere a disposizione questo ecografo».
«Un grazie di cuore per la sensibilità dimostrata nei nostri confronti – ha detto monsignor Viola – Il nostro centro Paolo VI è un’eccellenza sul fronte dell’assistenza ai minori con problemi neurologici, ma ha sempre bisogno di aiuto e lo strumento che ci donate è di estrema attualità». «Lo utilizzeremo in particolare per quei ragazzi che hanno particolari problematiche – ha spiegato don Cesare – e con difficoltà a recarsi presso il nostro centro. Questo ecografo ci permetterà di intervenire anche a casa del minore».

Condividi questo post