Cancro Primo Aiuto, la solidarietà scende in pista anche con lo short track

Cancro Primo Aiuto, la solidarietà scende in pista anche con lo short track

Cancro Primo Aiuto protagonista ai Mondiali Junior di short track svoltisi tra fine gennaio e inizio febbraio al Palaghiaccio di Bormio. Ancora una volta è stato possibile concretizzare il binomio sport & solidarietà che da anni permette all’associazione di farsi conoscere e di raccogliere le risorse per portare avanti tante iniziative a favore dei malati oncologici.

Così è stato anche a Bormio, innanzitutto un’occasione per tanti giovani provenienti da tutto il mondo di affrontare questo tema delicato, in particolare per i nostri atleti, guidati da Nicola Rodigari, che hanno saputo distinguersi sull’ovale valtellinese. A cominciare da Elisa Confortola e Luca Spechenhauser che si sono resi disponibili anche per un intervista con il cappellino dell’associazione. Sul ghiaccio anche il vicepresidente di Regione Lombardia, Fabrizio Sala, che di Cancro Primo Aiuto è presidente onorario di sede, il quale sabato ha premiato diversi atleti.

«Conosciamo Cancro Primo Aiuto e le sue attività – hanno detto i due ragazzi – Ci è sembrato giusto sostenere l’impegno e le azioni concrete che portano avanti. In particolare – ha sottolineato Elisa – il Progetto Parrucche che aiuta le donne malate che si devono sottoporre a determinate cure».

 

Condividi questo post