Cancro Primo Aiuto regala un nuovo pullmino per il trasporto dei malati dell’Alta Valtellina

Cancro Primo Aiuto regala un nuovo pullmino per il trasporto dei malati dell’Alta Valtellina

Un pullmino nuovo per trasportare gli ammalati dal proprio domicilio in Alta Valtellina al reparto di Radioterapia dell’Ospedale di Sondrio. E’ quello che verrà consegnato domani, 8 settembre, alle 20,30 presso la tensostruttura Quadrifoglio “Rasin” a Valdidentro, dai rappresentanti dell’Associazione Cancro Primo Aiuto alla Comunità Montana Alta Valtellina. Andrà a sostituire il furgone attualmente utilizzato che, donato nel 2009, ha già macinato migliaia di chilometri.

L’acquisto del nuovo furgone, un Fiat Ducato 9 posti, è stato possibile grazie anche all’aiuto di diversi sostenitori che hanno contribuito economicamente dai “Marcìn vistì de’ ros” alla Strafadiga, dalla Fondazione per la Vita ad Alp Forba fino all’Unione sportiva bormiese. Il sostegno maggiore è venuto dalla manifestazione “Insieme per vincere”, la due giorni sciistica che da un po’ di anni raccoglie centinaia di adesioni e che si svolge a Valdidentro nella stagione invernale. I fondi raccolti vengono destinati alla realizzazione di diverse attività della onlus brianzola che da queste parti ha un grande seguito. Quest’anno tra iscrizioni, sponsorizzazioni ed eventi vari sono stati raccolti quasi 50.000 euro.

“A febbraio, quando abbiamo organizzato la manifestazione, ci eravamo prefissati diversi obiettivi da raggiungere con i soldi raccolti – ha spiegato Orlando Giacomelli, “anima” di “Insieme per vincere” – Poi siamo venuti a conoscenza di questa necessità del nostro territorio e siamo stati ben contenti di destinare una parte delle risorse all’acquisto del pullmino”.

Prezioso è anche il contributo della cooperativa Stella Alpina, a cui è affidata la segreteria dell’organizzazione dei trasporti, e delle associazioni Auser e Anteas i cui volontari si occupano della guida del pullmino.

“Bisogna dire un grazie sincero agli organizzatori di “Insieme per vincere” e degli altri sponsor che con il loro contributo hanno permesso di concretizzare questa nuova iniziativa – ha voluto sottolineare l’amministratore di Cancro Primo Aiuto, Flavio Ferrari – Così come si devono ringraziare tutti i volontari delle varie associazioni che si alternano alla guida del pullmino e coloro che, con un prezioso lavoro di segreteria, garantiscono il funzionamento di questa attività”. Il tutto è un bell’esempio di sinergia solidale a favore dei più deboli senza guardare a protagonismi, un vero esempio di sussidiarietà trasversale come ha voluto ben sottolineare l’amministratore delegato Ferrari.

Il nuovo mezzo entrerà in funzione nei prossimi giorni, appena ultimate le pratiche necessarie.

Condividi questo post