Cancro Primo Aiuto ringrazia gli autisti della radioterapia dell’Alta Valtellina

Cancro Primo Aiuto ringrazia gli autisti della radioterapia dell’Alta Valtellina

Sono 47 gli autisti volontari che sabato 14 aprile sono stati ufficialmente ringraziati dall’associazione Cancro Primo Aiuto con una cena presso l’Hotel Vallechiara in località Ciuk di Valdisotto (So). Si tratta per lo più di pensionati, appartenenti alle Associazioni Antea presieduta da Celso Mevio e Auser (Gianfranco Binda) coordinate da Attilio Trabucchi a capo della Cooperativa Stella Alpina di Bormio, che svolgono il servizio di trasporto gratuito per le persone dell’Alta Valtellina che devono recarsi all’Ospedale di Sondrio per le cure radioterapiche.
Alla serata sono intervenuti anche i volontari dell’Unione Sportiva Bormiese capitanati da Andrea Maiolani che, grazie alla gara 1000X1000 ideata da Gino Bussu, hanno raccolto e donato alla onlus un assegno da 4 mila euro. Erano presenti anche gli amici della Valdidentro riuniti sotto il nome del gruppo Insieme per Vincere promotori dell’omonima gara di fondo non competitiva coordinati da Orlando Giacomelli, la famiglia bormina di Eugenio Sosio che organizza per i bambini la pittoresca gara di sci dal nome I Marcìn Vistì de Ross, e Fulvio Morcelli per la Fondazione per la vita Claudia Morcelli Onlus.

E’ la terza volta che organizziamo un momento conviviale per dire grazie ai volontari che prestano questo importante servizio mettendoci del proprio – ha commentato l’amministratore delegato di Cancro primo Aiuto, Flavio Ferrari – Sono davvero stupefatto nel vedere come in Alta Valle si raccolgano cifre e riscontri importanti derivati dai risparmi che vengono dal cuore: questo vostro impegno ci sprona e ci aiuta a trasmettere il vostro esempio ad altri che sicuramente saranno pronti a seguire”.
E ha annunciato che fra pochi mesi arriverà un altro pulmino a nove posti.

 

Condividi questo post