Cancro Primo Aiuto si presenta

Cancro Primo Aiuto si presenta

Dopo vent’anni di attività, Cancro Primo Aiuto ha deciso che fosse giunto il momento di presentarsi. I suoi dirigenti e soci solitamente preferiscono agire a favore degli ammalati e dei loro familiari, ma era giusto anche far conoscere quanto fatto fino ad oggi, anche per stimolare altri a dare una mano in modo che si possa fare ancora di più.

E’ stata, quindi, realizzata una brochure di 20 pagine che spiega chi è e cosa fa Cancro Primo Aiuto. Presentata ufficialmente nella serata del 30 gennaio al ristorante Saint Georges Premier di Monza, verrà stampata nei prossimi giorni in 180 mila copie: una buona parte verrà allegata e distribuita nella seconda metà di febbraio con alcuni settimanali locali nelle province di Sondrio, Lecco e Monza e Brianza, dove l’associazione è maggiormente conosciuta; il resto verrà in parte distribuito ai soci e in parte resterà a disposizione per le varie iniziative della Onlus.

“La brochure arriva ora perché abbiamo tanto da raccontare – ha spiegato il presidente Alessio Barbazza – Un lavoro davvero impressionante che si ha il dovere di far conoscere anche a chi è attualmente lontano dall’associazione”. E non è finita qui. “Le attività di Cancro Primo Aiuto stanno crescendo in modo esponenziale – ha continuato Massimo Manelli, presidente vicario della Onlus – Nonostante ciò tutte le richieste che arrivano all’associazione non restano inevase: tanto che nel corso del 2012 hanno avuto rapporti con l’associazione 18 mila pazienti per un totale di oltre 36 mila prestazioni, abbiamo sostenuto economicamente 31 e sono un centinaio i medici volontari collegati a Cancro Primo Aiuto. E penso che questo strumento ci consentirà un ulteriore sviluppo”.

Condividi questo post