Grande partecipazione alla finale del circuito di golf di Cancro Primo Aiuto

Grande partecipazione alla finale del circuito di golf di Cancro Primo Aiuto

Grande festa per la finale del 1° Trofeo Autotorino Golf Challenge – Memorial Walter Fontana organizzato da Cancro Primo Aiuto. Sono stati ben 130 i giocatori che domenica 17 settembre sono scesi sul green del Golf Club Valtellina di Caiolo per l’ultima delle sette tappe, sponsorizzata dal Credito Valtellinese, che hanno composto la manifestazione e quasi tutti hanno sottoscritto l’adesione alla gara di putting green che prevedeva una donazione per sostenere le iniziative dell’associazione brianzola.

«Per noi lo sport è un mezzo che ci permette di parlare di cancro e di spiegare cosa facciamo per i malati – ha detto Flavio Ferrari, amministratore delegato di Cancro Primo Aiuto – Questo circuito di golf, pur essendo alla prima edizione, ci ha dato importanti risultati, coinvolgendo centinaia di persone e permettendoci di raccogliere dei fondi che serviranno a portare avanti le nostre iniziative». Pienamente soddisfatti anche gli sponsor, il Credito Valtellinese e il Gruppo Autotorino, qui rappresentati rispettivamente dal vicedirettore generale vicario Umberto Colli e dal responsabile della concessionaria di Castione, Roberto Spini

Ma veniamo ai risultati della gara che si è svolta nella tradizionale formula stableford su tre categorie (0-12, 13-20, 21-36 hcp). A cominciare dai vincitori della classifica finale del 1° Trofeo Autotorino Golf Challenge – Memorial Walter Fontana che ha premiato due soci del circolo valtellinese: 1° della categoria scratch è risultato Adriano Castelanelli, mentre la classifica unica del netto è stata vinta da Jonathan Scaramuzza. Per quel che riguarda, invece, la classifica della gara di giornata, su tutti ha prevalso Carlo Fumagalli (migliore lordo) con un giro di 34 punti. In prima categoria, vittoria del giovane Luca Bordoni che ha preceduto per un punto (39 contro 38) Stefano Selva. In seconda categoria non ha avuto avversari Andrea Mulattieri che si è aggiudicato ben 44 punti, 6 in più della seconda classificata, la giovane Silvia Recchia. Testa a testa, invece, in terza categoria, dove Massimiliano Festa, con 41 punti, ha avuto la meglio per un punto su Francesco Villa. Gli altri vincitori di giornata sono stati Fernando Bassi, miglior senior e Sandra Put, prima ladies. A tutti, oltre al trofeo, un omaggio gastronomico de La Fiorida. Erano poi in palio per la gara altre vincite: il nearest to the pin alla buca 12 (una Magnum Sassella della casa vinicola Aldo Rainoldi) è stato vinto da Romolo Micheletti, quello alla buca 17 (una litografia d’autore) da Gianluca Zecca, mentre il doppio nearest to the pin della buca 5 (un paio di sci) se l’è aggiudicato per gli uomini Stefano Tavolaro e per le donne Silvia Recchia. La giovane golfista, davvero in giornata di grazia, ha fatto suo anche il driving contest femminile alla buca 14, mentre quello maschile è stato vinto da Vittorio Rota. Infine la gara di putting green targata Cancro Primo Aiuto: è stata vinta da Pietro Gerosa davanti a Denis Girola e Alessandro Verga. Sulle prime nove buche il migliore è stato Giorgio Boiani e sulle seconde Giuseppe Rainoldi.

Numerosi altri premi sono poi stati assegnati a sorteggio: bottiglie di vino, racchette da tennis, una valigetta utensili Beta e un paio di ambite biciclette elettriche donate da Atala, quella da donna vinta da Romolo Verga e quella da uomo andata a Cesare Caldara.

Alla premiazione, guidata dal presidente del circolo valtellinese, Roberto Brivio, è intervenuto anche Gabriele Cogliati che è consigliere sia del Credito Valtellinese che dell’associazione brianzola.

Condividi questo post