Grazie al golf, Cancro Primo Aiuto dona un’auto all’ATS Città Metropolitana di Milano

Grazie al golf, Cancro Primo Aiuto dona un’auto all’ATS Città Metropolitana di Milano

Verrà utilizzata dai sanitari per raggiungere le case dei pazienti

Con Cancro Primo Aiuto il binomio sport&solidarietà funziona alla perfezione. Infatti, grazie ai proventi di una gara di golf organizzata dall’associazione brianzola, l’ATS Città Metropolitana di Milano ha avuto in dono un’auto. La consegna è avvenuta quest’oggi, 23 giugno, presso la clinica Columbus di Milano. Presenti, per l’associazione, il presidente Eugenio Cremascoli e l’amministratore delegato Flavio Ferrari, mentre ha ricevuto le chiavi dell’auto il direttore generale dell’ATS milanese, Walter Bergamaschi.
Domenica scorsa, infatti, sui green di Zoate, si è svolta una gara del 4° CPA Golf Challenge Trofeo Caloni – Coppa AutoVanti, il circuito dell’associazione che, grazie ai ricavi e alle sponsorizzazioni, quasi a ogni tappa (16 in tutto), consente di donare a istituzioni o associazioni delle auto che servono per dare dei servizi ai malati, in particolare a quelli oncologici.
«Se possiamo fare queste donazioni è grazie ai nostri sponsor e agli imprenditori che ci sono vicini – ha detto Cremascoli – E lo sport è sicuramente uno strumento utile che riusciamo a sfruttare al meglio per raggiungere i nostri obiettivi in campo sanitario».
«Un’auto ci è davvero utile in questo periodo – ha dichiarato Bergamaschi – L’emergenza Covid ha dimostrato quanto è importante avere a disposizione dei mezzi che consentano ai sanitari di raggiungere le case dei pazienti. E la donazione di Cancro Primo Aiuto verrà utilizzata proprio per questo».
«Infatti, in questi primi mesi dell’anno sono arrivate parecchie richieste su questo fronte – ha assicurato Ferrari – E per la pandemia abbiamo donato, oltre a mascherine e guanti, anche altri 5 mezzi, auto e pulmini, in particolare a vari comitati della Croce Rossa Italiana».

Condividi questo post