Il Day Hospital Oncologico del Policlinico di Pavia è stato arredato da Cancro Primo Aiuto

Il Day Hospital Oncologico del Policlinico di Pavia è stato arredato da Cancro Primo Aiuto

 

GUARDA IL VIDEO

Sedie e tavolini per gli utenti, scrivanie e armadietti per medici e infermieri. Il Day Hospital Oncologico del Policlinico San Matteo di Pavia ha un arredamento completamente nuovo. A regalarlo è stata l’associazione brianzola Cancro Primo Aiuto che con l’ospedale pavese collabora da diversi anni.
Oggi, alla presenza degli assessori regionali al Welfare, Giulio Gallera, e alle Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità, Silvia Piani, si è svolta una sorta di inaugurazione che ha visto la partecipazione anche di tutti gli operatori del reparto.
«La sanità pubblica spesso non riesce a intervenire ovunque – ha esordito Gallera – Per fortuna ci sono associazioni di volontariato che arrivano dove noi non ce la facciamo. Cancro Primo Aiuto è una di queste e dobbiamo ringraziarla perché a Pavia, come in molti altri ospedali lombardi, è diventata un partner fondamentale, per noi e, soprattutto, per gli ammalati che riesce ad aiutare».
Anche perché l’intervento della Onlus brianzola al Policlinico San Matteo non si limita all’arredamento del Day Hospital Oncologico.
«In questi anni – ha ricordato Paolo Pedrazzoli, direttore dell’Oncologia – Cancro Primo Aiuto ci ha permesso di portare avanti il Progetto Parrucche: ne sono state regalate oltre 700 a donne in chemioterapia. E poi sostengono economicamente la presenza di una psiconcologa, fondamentale nel periodo di cura per i pazienti, ma anche per i loro familiari».
«Ho toccato con mano quanto sia importante, sotto l’aspetto psicologico, per una donna avere a disposizione una parrucca quando le cadono i capelli – ha detto l’assessore Piani che, in Regione, è responsabile del Progetto Parrucche per quel che riguarda la parte istituzionale – Senza dimenticare che, se non ci fosse Cancro Primo Aiuto che gliela regala, una donna sarebbe costretta a sostenere un impegno economico non indifferente».
Per l’associazione era presente il presidente, Plinio Vanini, che ha ringraziato «per averci dato l’opportunità di dare un contributo in mezzo al mare delle necessità in cui naviga la nostra sanità. Siamo un gruppo di imprenditori – ha continuato – che intendono occuparsi del territorio dove lavorano e delle persone che vi abitano. Per cui cerchiamo di non tirarci indietro quando veniamo a conoscenza di necessità come questa».
L’incontro si è concluso con la consegna, da parte di una paziente, la signora Ezia Landini, di una targa al presidente Vanini con scritto: «Con profonda riconoscenza e gratitudine per il fattivo e continuo impegno e per la sensibilità dimostrate nei confronti dei pazienti dell’Oncologia del Policlinico San Matteo di Pavia»

Condividi questo post