Il Premio Walter Fontana 2012 al Gruppo Bancario Credito Valtellinese

Il Premio Walter Fontana 2012 al Gruppo Bancario Credito Valtellinese

Il Premio Walter Fontana 2012 della Onlus Cancro Primo Aiuto è stato attribuito al Gruppo Bancario Credito Valtellinese, mentre un Premio speciale è stato assegnato al Gruppo Iperal SpA. Riconoscimenti per lo storico sostegno all’associazione brianzola sono andati anche alle seguenti aziende: Agrati SpA, Beta Utensili SpA, Confindustria Monza e Brianza, Flexform SpA, Fondazione Credito Valtellinese, Fontana Luigi SpA, Funivia al Bernina – FAB Srl, Manifattura Mario Colombo & C. SpA, Saba SpA, Transtadio SpA.

La cerimonia di consegna si è svolta ieri, martedì 18 settembre, nella sala conferenze di Confindustria Monza e Brianza. Erano presenti tutti i vertici della onlus monzese, a cominciare dal presidente Alessio Barbazza e dall’amministratore delegato Flavio Ferrari, e diverse personalità istituzionali, primi fra tutti il governatore della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, e l’assessore regionale alla Sanità, Luciano Bresciani.

Questa edizione aveva un’importanza ancora più rilevante perché coincideva con il ventennale della scomparsa del senatore brianzolo. In questi vent’anni, il premio è stato assegnato in modo ufficiale solo altre quattro volte: nel 2001 a Monsignor Angelo Bazzari, presidente della Fondazione Don Gnocchi; nel 2003 al presidente onorario di Cancro Primo Aiuto, Roberto Formigoni; nel 2008 all’assessore lombardo alla Sanità, Luciano Bresciani; e nel 2010 all’onorevole Roberto Maroni per l’emergenza umanitaria dei profughi. Per la prima volta, invece, è stato assegnato ad un ente anziché ad una persona. Questa la motivazione del premio: “Il Gruppo Credito Valtellinese riserva anche attraverso la sua Fondazione, da molti anni, una particolare attenzione e sensibilità al sociale, segnalandosi come vero esempio di sussidiarietà e filantropia a favore del prossimo, in condizioni di estrema fragilità e disagio”. Al presidente del Creval, Giovanni De Censi, e al suo amministratore delegato, Miro Fiordi, è stata consegnata una statua (“I dioscuri”) dello scultore Carlo Mo, proveniente dalla collezione degli eredi del senatore Walter Fontana.

L’incontro è stato anche l’occasione per parlare di “Impresa e Sussidiarietà” con Bernhard Scholz, presidente della Compagnia delle Opere, e Daniel Kraus, vicedirettore generale di Confindustria. Scholz ha evidenziato come ci siano cose nella vita che non si possono delegare; e una di queste è l’impegno che ognuno deve dare alla costruzione della società e del bene comune. “In questo impegno cerchiamo alleati – ha spiegato il presidente della Compagnia delle Opere – Da qui nascono le associazioni come Cancro Primo Aiuto che partono da persone che hanno deciso di rispondere ad un bisogno senza aspettare che si muovesse lo Stato”. Un concetto che è stato ripreso anche dal governatore lombardo che ha sottolineato il ruolo di Cancro Primo Aiuto, “esempio di positività concreta, vissuta e non solo parolaia”. E dopo aver elencato una serie di interventi che l’associazione ha portato avanti in questi anni in quasi tutta Lombardia, Formigoni ha concluso ringraziando i soci di Cancro Primo Aiuto per questa “straordinaria risorsa e per l’esempio di sussidiarietà dato in questi anni” e si è detto orgoglioso di essere dal 2004 ufficialmente Presidente Onorario dell’associazione.

Ecco il video della serata

Condividi questo post