“Metti in buca la solidarietà”, ecco il circuito di golf targato Lombarda Motori a favore di Cancro Primo Aiuto

“Metti in buca la solidarietà”, ecco il circuito di golf targato Lombarda Motori a favore di Cancro Primo Aiuto

Permetterà di sostenere le attività dell’associazione in campo oncologico
Premiata la campionessa olimpica di snowboard cross Michela Moioli

E’ pronta al via la prima edizione del Charity Torneo Golf Brianzolo intitolato a Luigi Zannier. Organizzato da Audi Lombarda Motori in collaborazione con Cancro Primo Aiuto avrà uno slogan significativo: “Metti in buca la solidarietà”. I ricavi dell’intero evento benefico, infatti, permetteranno all’associazione, sostenuta dal Gruppo Lombarda Motori, di raggiungere nuovi obiettivi sociali con un progetto specifico a favore delle due aziende ospedaliere del territorio.
Covid permettendo, il circuito si svolgerà in quattro gare: si partirà lunedì 15 giugno con la prima tappa al Golf Brianza Country Club di Usmate, per proseguire il 24 giugno al Villa Paradiso Golf Club di Cornate d’Adda, il 9 settembre all’Antico Borgo Camuzzago Golf Club di Bellusco, per concludersi il 1° ottobre presso il Golf Club Milano a Monza.
«E’ un’iniziativa che ha una doppia valenza, sportiva e sociale – ha spiegato Andrea Dell’Orto, vicepresidente vicario di Cancro Primo Aiuto, accompagnato dall’amministratore delegato Flavio Ferrari – In un momento come questo è particolarmente significativa e mi piace che si svolga interamente in Brianza, anche per il mio ruolo di presidente del presidio monzese di Assolombarda».
«Lo sport è nel Dna della mia famiglia – ha detto Elsa Zannier, titolare di Lombarda Motori, oltre che consigliere di Cancro Primo Aiuto – Per questo abbiamo dedicato il torneo a mio padre Luigi che è stato un calciatore di serie A e ha militato anche nelle file del Milan. In questo momento, inoltre, lo sport è uno strumento fondamentale per aiutarci a tornare alla normalità e a ritrovare momenti di serenità. Sono poi felice che attraverso il golf si riesca a far conoscere le iniziative di Cancro Primo Aiuto e a sostenerne anche di nuove».
Alla presentazione del circuito è intervenuta anche Michela Moioli, campionessa olimpica di snowboard cross ai Giochi olimpici di Pyeongchang 2018 e recente vincitrice della sua terza Coppa del Mondo in questa disciplina. La sciatrice bergamasca è stata testimonial di Cancro Primo Aiuto in questa stagione sciistica insieme a Lisa Vittozzi e Peter Runggaldier. Per questo l’associazione l’ha premiata con una mountain bike che potrà utilizzare per i prossimi allenamenti.
«E’ stato un onore essere testimonial di Cancro Primo Aiuto – ha detto la campionessa del mondo di snowboard cross, che, come molti suoi concittadini bergamaschi ha pagato pesantemente la pandemia, avendo perso la nonna materna – Da sportiva voglio dare il mio contributo alla ripartenza, per tutti».

Condividi questo post