“Pit stop alla Solidarietà” al Brianteo il 30 agosto con i piloti. I fondi raccolti anche a Cancro Primo Aiuto

“Pit stop alla Solidarietà” al Brianteo il 30 agosto con i piloti. I fondi raccolti anche a Cancro Primo Aiuto

Tutti allo Stadio Brianteo di Monza per assistere a “Pit Stop alla Solidarietà”, il triangolare fra la Squadra della Nazionale Piloti, Assolombarda Monza e Brianza e la Scuderia Ferrari Club Caprino Bergamasco e Varese. L’evento, in programma il prossimo 30 agosto a partire dalle ore 20, darà il via all’88a edizione del Gran Premio d’Italia di Formula 1 e avrà uno scopo benefico: il ricavato dei biglietti venduti sarà devoluto a quattro associazioni che operano nel territorio: Cancro Primo Aiuto, La Fondazione Maria Letizia Verga, Slancio e Heart Beat Moving Children. 

La straordinaria manifestazione, giunta ormai alla nona edizione, è stata presentata martedì 1 agosto nella Sala Giunta del Comune di Monza. «E’ ormai tradizione che accendiamo i motori in vista del Gran Premio con questo appuntamento solidale – ha dichiarato il sindaco Dario Allevi – E, tra gli eventi collaterali, è sicuramente quello più importante». «E’ anche una testimonianza di come campioni dello sport – ha proseguito Andrea Arbizzoni, assessore Sport, Eventi e Tempo libero del Comune di Monza – possano diventare esempio ed essere campioni anche nella vita». Tra i piloti che scenderanno in campo era presente Ezio Gianola, grande protagonista delle gare su due ruote del Mondiale classe 125 negli anni Ottanta. «Per noi queste partite sono sempre un’occasione per rivederci, raccontarci quello che stiamo facendo e, soprattutto, un’opportunità per aiutare gli altri», ha sostenuto Gianola.

In effetti, come ha ricordato il presidente della Nazionale Piloti, Mario Di Natale, «Dal 1981 con la Fondazione Mondiale Piloti abbiamo raccolto fondi da devolvere a chi ne ha bisogno per un totale di oltre 16 milioni di euro».

Un “patrimonio” che si vuole fortemente incrementare con il “Pit Stop alla Solidarietà” del prossimo 30 agosto. Il biglietto, che sarà possibile acquistare presso le associazioni coinvolte, le squadre partecipanti o allo stadio il giorno dell’evento, è di soli 5 euro (entrata gratuita per i bambini fino a 6 anni). «Ci impegneremo per portare al Brianteo più spettatori possibile – ha assicurato Giulio Carissimi, presidente onorario Scuderie Ferrari Club Caprino Bergamasco, tra i promotori, nove anni fa, di questa iniziativa – In campo vanno tre squadre, ma che deve vincere è l’incasso per aiutare queste associazioni». Un invito che ha visto concorde anche Giuseppe Maresca, responsabile della squadra di calcio di Assolombarda Monza e Brianza: «Sappiamo quanto queste associazioni fanno sul territorio, per questo dobbiamo spingere perché ci sia un’affluenza altissima»

All’incontro sono intervenuti i rappresentati delle quattro associazioni che beneficeranno dell’evento. Per Cancro Primo Aiuto ha parlato il presidente Antonio Bartesaghi che, oltre a ringraziare organizzatori e sponsor, ha spiegato come i fondi spettanti alla nostra onlus verranno destinati alla raccolta fondi per l’acquisto di un acceleratore lineare per l’Ospedale San Gerardo di Monza.

«»

Condividi questo post